GIOVANI AGRICOLTORI EUROPEI IN C.A.C.

Cesena è stata al centro dell’Europa nella seconda puntata della “tre giorni” (14-16 marzo) “Giovani imprenditori agricoli: i semi per il futuro dell’Europa. Impresa, conoscenza e gestione del rischio”.
L’evento è stato promosso da AGIA, l’Associazione Giovani Imprenditori Agricoli di CIA - Agricoltori Italiani - in occasione del working group organizzato con il Consiglio Europeo dei Giovani Agricoltori - CEJA, insieme al suo presidente Jannes Maes.
Un centinaio di giovani agricoltori europei, provenienti da ben 14 Paesi europei, si sono confrontati sul ruolo della cooperazione e sugli strumenti di gestione del rischio per il futuro dell’agricoltura. 
 
Durante la “tre giorni”, i giovani hanno avuto modo di conoscere alcune realtà aziendali di Bologna, Cesena (la nostra C.A.C.) e Ravenna, analizzando nello specifico le priorità per l’agricoltura di domani, tra Pac e Brexit. Tra queste, segnaliamo l’attenzione a leve strategiche alternative e più coraggiose, come il fare impresa insieme e investire in grandi progetti su larga scala, usufruendo di misure che tutelino dalle incertezze di mercati e clima
 
Venerdì 15 marzo a Cesena sono intervenuti, fra gli altri, il presidente Giovanni Piersanti, che ha raccontato l’esperienza della Cooperativa, il direttore operativo Stefano Balestri, che ha parlato della visione e della strategia di C.A.C., e Marco Menetti, componente del Gruppo Giovani, che ha focalizzato il proprio intervento sul ruolo dei giovani nella Cooperativa.
“È necessario aggregarsi, unirsi, creare legami e avere interessi comuni, anche economici - ha affermato Menetti - ecco il principale ruolo della cooperazione: tutto ciò fa sì che si possa avere un certo potere contrattuale sul mercato. I giovani agricoltori devono ottenere una formazione critica a livello manageriale, in modo tale da poter fare valutazioni oggettive e prendere scelte decisive. Ringrazio la Cooperativa, a nome del Gruppo Giovani, per averci dato, e continuare a darci, questa possibilità.”
“Il working group organizzato in Italia con il CEJA - ha aggiunto poi Stefano Francia, presidente nazionale di AGIA - è stato occasione preziosa di condivisione con i colleghi di tutta Europa. In campo abbiamo messo il nostro approccio all’agricoltura a livello aziendale e cooperativistico, oltre a buone pratiche aziendali, il cui successo risiede in primo luogo nella collaborazione”.
GIOVANI AGRICOLTORI EUROPEI IN C.A.C.