CONTINUA IL TREND POSITIVO DEGLI ULTIMI ANNI PER C.A.C.

Anche se slittata di tre mesi e in modalità completamente nuove per far fronte alle direttive anti Covid-19, quest’anno i Soci della Cooperativa hanno comunque potuto partecipare numerosi all’Assemblea Generale Ordinaria - dislocata sul territorio nazionalesei sedi collegate tramite piattaforma online in streaming nelle province di Forlì-Cesena, Ravenna, Perugia, Ancona, Fermo e Campobasso.

Il bilancio d'esercizio 2019approvato all’unanimità in data 19 luglio - giorno in cui si è tenuta l’assemblea - ha conseguito risultati molto positivi, con conseguente soddisfazione della maggior parte dei Soci e dei dipendenti.
Il valore della produzione ha consolidato infatti un risultato importante di 39 milioni di euro (solamente -0,9% rispetto al 2018, massimo storico per la Cooperativa). Tale risultato consentirà una liquidazione agli agricoltori di oltre 23 milioni di euro, compreso il materiale vivaistico utilizzato per la produzione. La Cooperativa, inoltre, ha registrato un utile di 1,2 milioni di euro.
L'attività di C.A.C. ha occupato oltre 200 addetti per un importo di salari e stipendi che sfiora i 7,4 milioni di euro. Il premio di qualità riconosciuto ai Soci, inoltre, ha mantenuto gli stessi parametri del 2018 e l’importo totale liquidato è pari a circa 2,3 milioni di euro.
Gli ettari totali del 2019 hanno registrato un calo di circa il 5% rispetto allo scorso anno, ma la differenza è stata determinata dalla diminuzione delle colture standard, mentre l’ettarato delle colture specializzate è rimasto invariato. 
«L'annata 2019 è stata caratterizzata da un andamento stagionale mutevole che ha determinato risultati produttivi molto variabili fra le diverse colture ha spiegato il presidente Giovanni Piersanti durante il suo intervento da Cesena. Ottima la produzione di cipolle, buona per bunching onion, carote e cicorie, discreta per cavoli e brassiche, ma pessima per cucurbitacee e rucoleLa qualità è stata purtroppo condizionata negativamente dall’andamento meteorologico piovoso della tarda primavera, con problemi di basse germinazioni che hanno inciso per il 5,55% sul valore della produzione».
Per leggere l’articolo completo sull’Assemblea Generale Ordinaria dei Soci 2020
CLICCA QUI

CONTINUA IL TREND POSITIVO DEGLI ULTIMI ANNI PER C.A.C.